Le ragioni della coppia sadomasochistica

Il contrario dell’amore non è l’odio ma il potere. Relazionarsi per mezzo del potere, piuttosto che dell’amore, è la cifra della coppia sadomasochista, che ha la sua ragione nella fuga dai conflitti legati ai reciproci bisogni di dipendenza. Costoro hanno imparato che amare, e quindi dipendere dal proprio compagno, è tanto appagante quanto rischioso. In questa tipologia di coppia vige pertanto un accordo non verbalizzato in virtù del quale potenza e impotenza, dominio e sottomissione diventano la moneta di scambio emotivo tra i due. La reciprocità dell’amore è superata e sostituita dall’incastro degli opposti: dominio/sottomissione, potenza/impotenza. Questo è il loro particolare modo di guadagnare certezze emotive, che sentirebbero liquefarsi qualora dovessero affidarsi alla volubilità dell’oggetto d’amore. Infatti l’Altro, l’amato, nella relazione d’amore è sovrano e la sua scelta di amarci è indissolubilmente legata al suo desiderio, che non può che essere libero di dispiegarsi verso di noi e quindi mai garantito.

Tutto ciò può creare disagio, se non paura, in chi ha imparato che non è bene affidarsi e dipendere da qualcuno. Diverse sono le ragioni per cui si può tendere a una relazione dove l’amore è sostituito dal potere: carenze affettive nelle relazioni precoci; traumi pregressi, alcuni deliberati, come l’abuso sessuale, altri accidentali; delusioni ripetute nelle relazioni amorose che si verificano dall’adolescenza in poi e che hanno la forza di incidere sul delicato equilibrio tra aggressività, potere, amore e odio che caratterizza la nostra capacità di essere reciproci e dipendenti nella relazione. È pur vero che la relazione di coppia adulta offre la possibilità di riparare il danno relativo alla capacità d’amare, ma più spesso in questa si dipana una dinamica di fondo che ripropone la ripetizione del trauma o della mancanza originaria in forma di dominio o di sottomissione. Si tratta di una schiavitù indotta da quelle esperienze precoci che hanno lasciato il loro segno profondo.

Ecco dunque che i due partner della coppia sadomasochistica, a fronte della precarietà della relazione d’amore e della (normale) aggressività che in essa circola e che si teme possa essere tale da distruggere la relazione, transitano in una rapporto che – attraverso la creazione di scenari fisici ed emotivi di tipo sadomasochistico e che incanalano l’aggressività in modo stereotipato – tenta di dominare l’ansia dell’incertezza e i sentimenti negativi insiti in chi vorrebbe amare ma agli albori della sua esistenza è stato tradito in questo campo. Qui l’aggressività non è più al servizio dell’amore, come accade quando per accendere il desiderio i corpi devono farsi oggetto, diventare frontiera per poi, una volta raggiunto il piacere, permettere all’amore di risperimentarsi ancora e sempre proprio perché si è appena teso con il suo opposto. Nella coppia sadomasochistica la relazione, al contrario, è usata per incanalare l’aggressività. Qui l’aggressività non entra in dialettica con l’amore, ma è dominante. E tanto più l’aggressività, il potere, pervade lo scenario erotico senza essere contenuta nella relazione d’amore, tanto più la sessualità della coppia si insterilisce in ruoli e atti particolari dove gli amanti non oscillano dalla posizione di soggetti a quella di oggetti, ma sono solo oggetti da usare o da cui essere usati, e l’amore così muore. Certo i membri di questa coppia vi raccontano che la loro sessualità è «speciale», diversamente e più eccitante di quella «normale». Hanno in certo senso ragione, dal loro modo di fare sesso traggono grande piacere ma al prezzo di aver soffocato l’amore nel rassicurante cemento del potere.

CR

 

 

Carlo Rosso

Medico, specialista in psichiatria, psicoterapeuta, sessuologo. Da anni studia e cura i disturbi dello spettro depressivo, bipolare panico/fobico, oltre ai disturbi d'ansia e alle disfunzioni del comportamento sessuale.

Continuando ad usae il sito accetti i termini sui cookies. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi