L’arte dello stare insieme: tra colpa e vergogna

La complessa arte dello stare insieme si può, inciampando molte volte, alla fine apprendere: il sentimento condiviso aiuta a darsi tempo per trovare il giusto equilibrio alchemico. Più difficile, all’inizio, quando siamo preda della passione amorosa, interpretare correttamente i limiti del nostro partner che potrebbero in un futuro prossimo farci molto soffrire.

Se vi sembra che lui sia sostanzialmente immune dalla colpa e più sensibile al sentimento della vergogna è bene allarmarsi. Questo perché la colpa implica la convinzione di aver compiuto qualcosa di sbagliato, la vergogna, invece, è il timore di essere considerati in termini negativi.

La colpa è il sentimento di essere stato manchevole verso qualcuno e quindi anche verso di voi: è l’indicatore che voi esistete nella mente del vostro partner come soggetto che può soffrire a causa sua. La vergogna è, invece, un sentimento più autoreferenziale: ci si vergogna per la propria inadeguatezza, e in questo caso voi rappresentate solo la cassa di risonanza di una vicenda interna a lui in cui l’aspetto cruciale è la conservazione di un’immagine della propria persona conforme a un ideale.

Quindi, quando siete innamorate, ovvero meno difese, è meglio diffidare di chi declina la sua emotività principalmente sull’asse della vergogna piuttosto che della colpa. Vi risparmierete probabilmente molte sofferenze in futuro.

CR


, , , , ,

Carlo Rosso

Medico, specialista in psichiatria, psicoterapeuta, sessuologo. Da anni studia e cura i disturbi dello spettro depressivo, bipolare panico/fobico, oltre ai disturbi d'ansia e alle disfunzioni del comportamento sessuale.

Continuando ad usae il sito accetti i termini sui cookies. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi